_MG_5809

#Startup

Led by Her – il percorso professionale è più efficace con il Network!

La storia di Chiara Condì, fondatrice di LedbyHer, è una di quelle bellissime storie che adoro leggere la mattina sul Wall di Facebook prima di andare al lavoro. Una buona dose di energia e positività. Un esempio di coraggio, intraprendenza e voglia di lottare per i propri sogni che solo la generazione dei Millennials ha prodotto in così grande quantità.

Chiara Condì è una dolce italo – americana che studia nelle migliori università del mondo: Harvard, LSE e Science Po ed inizia la sua carriera in un’organizzazione internazionale. Aspirazione condivisa da numerosi motivatissimi studenti prima di accorgersi che quella non è né la strada più efficace, né la più veloce per cambiare il mondo.

“Avevo tante idee in testa e tantissima frustrazione nell’impossibilità di realizzarle. Un giorno ho capito che dovevo dare un taglio alla mia infelicità, che non volevo diventare come il mio capo, che non stavo avendo nessun impatto”.

Chiara fonda Led By Her, un’organizzazione no profit che riabilita le donne vittime di violenza al mondo del lavoro attraverso percorsi di formazione e strumenti utili all’imprenditoria femminile. L’associazione è al suo terzo anno di attività e Chiara mi racconta la storia di alcune delle sue ragazze, sarte, artigiane e nuove imprenditrici che grazie a Led By Her hanno ritrovato la luce e la gioia di rimettersi in discussione.

Il momento più difficile? “L’inizio, nessuno vede il lavoro che fai ed è facile scoraggiarsi. L’imprenditoria è molto idealizzata, ci sono tanti role model strepitosi, invece è durissima, devi prendere delle decisioni in situazioni di incertezza e tante si rivelano sbagliate e ti costano carissimo.”

Ho conosciuto Chiara all’incontro di growITup Empowering Communities e YoungWomenNetwork: Come diventare imprenditori di se stessi, dall’idea all’impresa e questi sono i suoi 3 consigli per le giovani aspiranti startupper!

La rapidità dell’esecuzione. Passare dall’idea all’atto il più presto possibile senza avere un prodotto perfetto ma essere capaci di modificarlo. I progetti che falliscono sono infatti quelli che non riescono a adattarsi!

Trovare una comunità, non essere soli. Il Percorso è più efficace se ci sono altre persone che possono consigliarci, supportarci. Questo è anche la forza di un’associazione come YoungWomenNetwork.

Chiedere feedback e correggere sempre il proprio progetto. Noi donne pensiamo di dover sapere sempre tutto, invece quando c’è un problema, l’importante non è sapere la risposta, ma ascoltare ed essere capaci di correggere.

Il Prossimo progetto di Chiara è aprire Led By Her anche in altri paesi quindi le auguriamo il nostro migliore in bocca al lupo!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *